#iorestoacasa… ma come purificare l’aria in casa?

Ecco come la natura ci viene in aiuto!

PIANTE… Colorate, belle, arredano la nostra casa, ma soprattutto possono migliorare la qualità dell’aria che respiriamo!!

Infatti, secondo diverse ricerche le piante in appartamento non solo sono in grado attraverso la fotosintesi clorofilliana di assorbire anidride carbonica e di rilasciare ossigeno, ma riescono anche a neutralizzare sostanze organiche spesso presenti nelle nostre abitazioni.

Ma quali piante scegliere?

Eccone alcune… tra le più comuni e semplici da curare!!

Lingua di Suocera

(Sansevieria trifasciata ‘Laurentii’)Forest & Kim Starr / CC BY (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)
La sansevieria trifasciata è una pianta da interni tra le più efficaci nel depurare l’aria: infatti in grado di filtrare e rendere inoffensiva la formaldeide spesso presente nei prodotti per la pulizia, nella carta igienica o nei tessuti per la cura personale. Sistematene una in bagno: saprà prosperare anche in condizioni di luce scarsa. 

Ficus 

(Ficus benjamina) Forest & Kim Starr / CC BY (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)
Il ficus è una pianta molto bella e apprezzata in quanto oltre a filtrare molti agenti inquinanti come la formaldeide, contenuta nei tappeti e nei mobili di casa, è molto utile anche con sostanze come il tricloroetilene ed il benzene. 
Il Ficus purtroppo non è una piante semplice: scegliere la posizione in casa, in modo che la pianta possa ricevere la giusta esposizione solare, e annaffiare regolarmente.

Crisantemo

(Chrysantheium morifolium) Foto di <a href="https://pixabay.com/it/users/mrngochuy-14793987 | Ngoc Huy Nguyen by Pixabay
I coloratissimi fiori del crisantemo oltre a una nota di colore e allegria alla casa (o al vostro ufficio), vi aiuteranno a filtrare il benzene, normalmente presente nei collanti, nelle vernici, nelle plastiche e nei detersivi. Posizionare la pianta in un punto dove possa godere della luce intensa del sole, così da aiutarne la fioritura.

Aloe

(Aloe vera)Foto di https://pixabay.com/it/users/marcegaral-1830521Marce Garal by Pixabay
Della famiglia delle succulente, l’Aloe è una pianta molto semplice da coltivare e è da considerarsi un fidato alleato contro formaldeide e benzene. Oltre alle sue proprietà purificanti dell’aria, dal suo estratto si ottengono molti rimedi per la cura della pelle e non solo, grazie alle proprietà lenitive.

Dracena

(Dracaena marginata)The original uploader was Neoneo at Italian Wikipedia. / CC BY-SA (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/)
Pianta dalle bordature rosso intenso e che può crescere oltre al metro, la dracena oltre a dare sicuramente un tocco di colore e stile alla casa, è l’ideale per combattere sostanze come lo xilene, il tricloroetilene e la formaldeide, che come abbiamo già detto possono essere presenti in lacche o vernici.

Dracena

(Dracaena deremensis Warneckii) Photo by David J. Stang / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)
Fusto sottile è sovrastato da una chioma di foglie allungate, questo tipo di Dracena può raggiungere un’altezza sorprendente arredando e dando carattere alla casa. Ma non solo: questa pianta combatte gli agenti inquinanti contenuti in oli e vernici e cresce in modo rigoglioso anche in presenza di luce scarsa.

Azalea

 

 

(Rhododendron simsii) DenesFeri / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)
Bellissima quando fiorisce, questa pianta è perfetta per combattere la formaldeide e la sua capacità filtrante sembra essere maggiore se esposta in un luogo fresco e ben illuminato.

Pothos

(Scindapsus aures) Ph: Bff / Public domain
Un’altra fedele alleata nella lotta alla formaldeide è la pianta di Pothos: viene consigliato di posizionarne qualche vaso nel garage, dove a causa dei gas di scarico ricchi di formaldeide l’aria non sarà delle migliori. Inoltre è una pianta molto robusta e spartana, in grado di crescere anche con scarsa luce.

Gerbera

(Gerbera jamesonii) Fan Wen / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)
Bellissima coi suoi fiori, la gerbera è una pianta ideale per rimuovere la trielina, spesso presente nei capi d’abbigliamento lavati a secco. Consigliata perla zona lavanderia o in camera.
Unica avvertenza: ha bisogno di molta luce e di notte è meglio rimuoverla dalle stanze in cui si dorme.

Edera Comune

(Hedera helix) Foto di Rupert Kittinger-Sereinig da Pixabay
L’edera, oltre ad essere decorativa con le sue foglie verde intenso, è ottima per ridurre la diffusione di particelle inquinanti trasmesse con le feci degli animali domestici e inibire la formaldeide presente in molti prodotti per la pulizia della casa.

Palma di bamboo 

(Chamaedorea sefritzii) ph: Kempei - GFDL,Creative Commons Attribution ShareAlike 2.1 Japan License 

Questa piccola palma, in grado di crescere bene in zone d’ombra, è uno dei migliori filtri naturali contro il benzene e il tricloroetilene ma è anche capace di neutralizzare la formaldeide.

Spatifillo

(Spathiphyllum Mauna Loa) Jotbepe / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)
Imbattibile nella lotta dei più comuni composti organici volatili (quali il benzene, la formaldeide e il tricloroetilene ma efficace anche con toluene e xilene), questo giglio richiede una esposizione in penombra e annaffiatura regolare (una volta la settimana) per poter produrre i suoi candidi fiori bianchi.

 

La natura, ancora una volta, ha soluzioni efficaci a impatto zero!! E noi possiamo goderci casa e un’aria piú “pulita”!